dreamvolution [il clone pigro di x-novo]

8 August 2006

Fascismo rosso

Filed under: politics — paolo margari @ 3:21 pm

(…)So bene che l’espressione “fascismo rosso” può far sogghignare non poche canaglie, vale a dire tutti i veri fascisti neri, che magari crederanno di trovarvi una conferma insperata della loro più profonda convinzione: l’orribile, meschina, volgare e qualunquistica idea che tanto è sempre la stessa merda. So bene che anche per questo l’impiego di questa espressione, nella famiglia ormai sterminata e sempre più ospitale della sinistra italiana, può provocare un certo turbamento.(…)

Sappiamo bene qual è il contesto in cui ormai si svolge qualsiasi discussione culturale, dibattito politico, controversia ideologica e chiacchieri salottiera. Si tratta di un contesto caratterizzato dall’egemonia di una “monocultura” di sinistra – o in cui almeno lutti, con diversi stili e diverse accentuazioni, ma con la stessa intensa inclinazione ad assecondare il comune bisogno di appartenere alla Grande Famiglia si dichiarano di sinistra. Quali equivoche conseguenze possano nascere da un cosi massiccio movimento gregaristico è fin troppo facile intuire. La più prevedibile e comune di queste conseguenze è la pretesa di non pochi involontari e inconsapevoli fascisti di passare per il contrario di quello che sono.(…)

Il relativo insuccesso del film (“Novecento” di Bernardo Bertolucci, ndr) e la tiepidezza con cui è stato accolto e difeso dalla stessa sinistra ufficiale (un favore di circostanza) mi sembrano comunque dei segni rassicuranti. Il fascismo rosso c’è, ma la gente, se dio vuole, sa riconoscerlo e non vuol saperne. Così esso sembra destinato a rimanere il sogno di qualche aspirante artista di regime – una razza sempre più impaziente e spudorata di coloro ai quali vorrebbe offrire i suoi intempestivi servigi. Siamo molto grati a Bertolucci di averci permesso di verificare anche questo.

L’articolo completo di Ruggero Guarini, scritto nell’Ottobre 1976, è presentato e scaricabile qui sul “Velino”.

Leave a Comment »

No comments yet.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: