dreamvolution [il clone pigro di x-novo]

26 February 2007

iran: gli u$a pronti all’ultimo autogol

Filed under: iraq,politics,usa,war,world — paolo margari @ 1:39 pm

il capitale usa evidentemente ha bisogno di belligerare. dalla guerra trae fonte di sostentamento la potente industria bellica che trascina l’innovazione oltreoceano – e supporta il regime repubblicano/nazionalista al potere.
un attacco usa all’iran, sostenuto soprattutto dall’arrogante, potente ed insostenibile corrente sionista che domina gran parte dell’amministrazione statunitense e fa pesare la sua influenza nei governi di un’europa allo scopo frammentata, rischa di condurre al collasso le relazioni culturali tra occidente e islam.
inoltre, è prevedibile un altro caos in un’area che è circondata da situazioni di forte tensione generate dagli stessi americani: iraq e afghanistan (senza dimenticare la vicina cecenia, il pakistan in tensione con l’india).
a livello geopolitico queste tensioni possono alimentare desideri sinora repressi in corea del nord e, i riflessi di tutto ciò, non passeranno inosservati in sudamerica in cui c’è una crescente voglia di antagonismo (salutare) con venezuela, cuba e bolivia davanti a tutti.
altri angoli del mondo vedono crescenti ribellioni ad uno status quo insostenibile, penso alla nigeria dove i rapimenti di lavoratori stranieri – non ultimi italiani – nelle centrali di sfruttamento petrolifero sono all’ordine del giorno.
e la palestina con il governo di hamas o il confinante libano con hezbollah? non distante c’e’ un’europa che annida dentro sè una crescente percentuale di cittadini esclusi, di seconda o terza generazione, oggi dormienti ma pronti a combattere, come e’ gia’ accaduto del resto.
a questo scenario si sommano le incognite rappresentate da due potenze nucleari: la russia, negli ultimi tempi diplomaticamente titubante, più di una volta ostile alla politica statunitense e la cina, di cui è superfluo ricordare il potenziale umano, economico e bellico.
l’iran è la scintilla di una pericolosa ma prevedibile esplosione di violenza dalle imprevedibili cause con la quale un’amministrazione arrogante, imprudente, disaccorta, fallimentare, come quella guidata da george bush, sta giocando da tempo. bombardare l’iran potrà tradursi facilmente nell’inizio della fine di un certo imperialismo yankee con una seguente crisi politica internazionale difficile da definire oggi, se non provando a disegnare azzardati scenari. non sono scaramantico in questi termini, ma a quanto pare nostradamus prevede la terza guerra mondiale tra il 2007 e il 2012.

1 Comment »

  1. : )

    Comment by R2K — 26 February 2007 @ 2:36 pm | Reply


RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

%d bloggers like this: